Attivita'

Informazioni

Rassegna stampa

Area riservata

 

 

La protezione dei Pipistrelli

Conservare una specie animale o vegetale non significa proteggerla solo come tale, magari con il divieto di uccisione o cattura. Proteggere vuol dire mantenere un ambiente dove le condizioni che lo caratterizzano e le interazioni con gli altri organismi presenti, siano le più simili possibili a quelle richieste dalla specie oggetto di tutela. Il caso dei pipistrelli è molto esplicativo.

In Italia nel 1939 i pipistrelli furono considerati specie protette, perchè si riconobbe la loro importanza nel contenimento di insetti dannosi. Questo provvedimento non ha dato alcun frutto, perchè impediva solamente l'uccisione o la detenzione di esemplari e non prevedeva misure adatte alla tutela degli ambienti di vita. Così abbiamo incrementato l'uso di pesticidi in agricoltura, causando la rarefazione o l'avvelenamento delle loro prede, contribuito in vari casi a sconvolgere le grotte con un'attività speleologica sempre più pesante, ed infine abbiamo semplificato la struttura delle foreste, eliminando i vecchi alberi cavi, dove varie specie trovano rifugio.

E' venuto quindi il tempo di mettere in atto alcuni accorgimenti, spesso anche molto semplici, che rallentino il degrado dei loro (e alla fine dei nostri) ambienti di vita, favorendo, nel tempo, un nuovo incremento numerico. Un ultimo aspetto della conservazione, ma non meno importante, è l'educazione. Il contatto delle persone, soprattutto bambini, con questi animali è un'esperienza che cancella tutti i timori e spesso stimola la voglia di conoscerli e proteggerli. Le varie Associazioni ambientaliste dovrebbero intensificare questo tipo di attività e promuovere campagne divulgative sui mezzi di informazione.

E' importante ricordare che i Chirotteri sono inseriti negli allegati delle principali Direttive e Convenzioni europee, come le Convenzioni di Berna e di Bonn, e la Direttiva Habitat per la conservazione della natura, quest'ultima regolamentata dal Decreto del Presidente della Repubblica N. 357 del 08.09.1997.

(G. Dondini, S. Vergari - Manuale per la conservazione dei pipistrelli, p.17)

Riferimenti bibliografici utili:

Dondini Gianna & Vergari Simone, 1998.

Manuale per la conservazione dei pipistrelli.

Memorie del Museo Riserva naturale Orientata di Onferno, 1: 1-52 pp.

Arlettaz R., Beck A., Jebhard J., Graf M., Guttinger R., Keller A., Lutz M., Moeschler P., Moretti M., Rehsteiner U., Sandoz T., Stutz H.P., Zbinden K., 1992.

Guida alla protezione dei pipistrelli durante i lavori di rinnovo degli edifici. (Trad. Italiana)

Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP) Berna.